lunedì 1 dicembre 2014

Un tè con Jane Austen

Questo è il primo post che pubblico da quando il blog è online e come potrei non dedicarlo alla scrittrice che, con i suoi romanzi, ha fatto nascere in me l'amore per la lettura?
Eh sì, mi riferisco proprio a Jane Austen!
Trovo che la Austen sia stata una scrittrice visionaria e intraprendente perché non ha avuto paura di "condannare" la società del tempo attraverso i suoi romanzi. Se ci pensate, infatti, la lotta che le sue eroine intraprendono per la conquista dell'amore sperato, contro ciò che per l'epoca sarebbe stato più convenzionale o addirittura scontato (matrimoni tra classi sociali di egual grado o scegliere un marito e una moglie basandosi prima sulla rendita annuale che sui sentimenti) è segno di maturità dei tempi, segno di lungimiranza.
E forse questo la rende ancora più moderna di quanto non si pensi, perché ha trovato la sua indipendenza, o almeno ne ha donata ai suoi personaggi.
Una menzione particolare spetta di diritto agli eroi maschili dei suoi romanzi, che ancora oggi entrano prepotentemente nell'immaginario femminile come "uomini perfetti" per i loro modi raffinati, i loro conflitti interiori, il loro ardore nascosto intimamente con apparenti indifferenze.

Detto questo, vi invito tutti, ma proprio tutti eh, a prendere un tè con la "zia Jane" grazie a questo sito internet fantastico:



http://www.unteconjaneausten.com/