martedì 17 febbraio 2015

CON UN POCO DI ZUCCHERO - di Chiara Parenti

Trama: Matteo Gallo, single spiantato e aspirante scrittore, vive con la sorella Beatrice e i due figli di lei, due vere pesti. O meglio, due bambini letteralmente innamorati dello zio che sembra invece non averlo ancora capito. Ma arriva Katie, una tata pazza e quasi magica, che porta vero scompiglio nella vita di tutti. Giochi strani, storie fantastiche, un blog pazzerello, una borsa a forma di papera e... la capacità di zuccherare anche le cose difficili della vita. E' questa la pozione magica con cui Katie farà breccia nel cuore dei bambini, in quello di Beatrice e...  Matteo? Riuscirà a opporre resistenza alla sua polverina magica?


Il mio commento: Mood Ironico della collana You Feel di Rizzoli... e mi aspettavo di ridere, ovviamente. E cavolo se ho riso! Chiara Parenti ha una capacità innata di gestire ironia e romanticismo in dosi perfette a creare un mix unico e coinvolgente. La storia è davvero carina e strizza l'occhio alla più grande tata mai creata, Mary Poppins, a cui si fa un richiamo deciso sin dal titolo.
Interessante la scelta di scrivere una storia dal punto di vista maschile, che potrebbe sembrare impresa complessa per una donna, ma non per Chiara che sa evidenziare quanto anche gli uomini siano complicati.
Matteo, infatti, single della porta accanto, sceglie inizialmente la strada dell'indifferenza, più per paura che per vero disinteresse, ma con lo scorrere delle pagine è evidente il cambiamento e il crescere di un attaccamento verso Katie, palese al lettore e meno palese al protagonista che stenta a riconoscerlo.
Katie è "cincillosissima", sa di zucchero filato sin dalle prime battute, e l'aria svampita ne sottolinea la purezza d'animo.
E se si mettono nella stessa casa una ragazza "stramba" che mostra con metodi alternativi la propria maturità, e uno spiantato dal cuore buono che deve ancora imparare a crescere, come si fa a non creare una certa sintonia? Una coppia perfetta, che tra gag esilaranti e dialoghi tutt'altro che scontati, coinvolge il lettore sin da subito.
Insomma, un romanzo leggero, ironico e romantico al punto giusto. "Cincillosissimo"!


VOTO: 4 zampette